Batteria esterna iPhone: restare a secco non è più un incubo

Batteria esterna iPhone: restare a secco non è più un incubo

N.B. Questa guida all'acquisto, proprio come tutte le altre, è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo.

Gli iPhone, da quando sono giunti sul mercato, sono stati considerati notoriamente i dispositivi più vicini al semplificare le operazioni quotidiane, ma anche quelli con l’autonomia più scarsa. Nonostante iOS sia un sistema operativo molto intelligente e attento ai consumi, portare a termine la propria giornata con un iPhone è impossibile, soprattutto se non si dispone del modello Plus più ampio e con una batteria più grande. Vediamo quindi in questa guida come correre ai ripari, optando per una batteria esterna iPhone oppure per soluzioni un po’ più particolari. Identifichiamo la migliore batteria esterna per gli smartphone di casa Apple.

Batteria esterna iPhone: quale comprare

Addentriamoci all’interno della nostra guida andando ad analizzare quelli che sono i criteri selettivi per scegliere una batteria esterna iPhone. Lo smartphone di casa Apple, come ormai sappiamo da tempo, non brilla per autonomia in nessun modello: le edizioni Max riescono a metterci una pezza, mentre quelli più piccoli riescono ad esaurire la carica anche dopo poche ore di utilizzo se siete utenti molto attivi. Per questo acquistare una batteria esterna è, praticamente, indispensabile; la giornata si porta tranquillamente a termine scegliendo anche una batteria esterna iPhone di capacità non eccessiva.

Prima di parlare capacità individuate però di seguito quanto è grande la batteria del vostro dispositivo Apple. Verificate la capacità del vostro dispositivo cercandone la scheda tecnica; questa è indicata in mAh (milliampere orari).

Capacità

Il primo criterio selettivo nella scelta di una batteria esterna iPhone è proprio questa: la capacità. Tale misura viene espressa in mAh e più è elevata, più riesce ad accumulare con sé carica da poter sprigionare in mobilità. Prima di considerare la capacità delle batterie sterne è però necessario porsi un quesito iniziale: di che iPhone si tratta? Che batteria ha? Se non lo sapete, prima individuiamolo di seguito.

batteria esterna iphone

Individuato la capacità del vostro iPhone saprete, più o meno, quante ricariche potete fare con una batteria esterna iPhone, sebbene entrino in gioco anche due dettagli non secondari: la dispersione energetica e l’utilizzo durante la ricarica. La prima è dovuta ad un fattore fisico inevitabile: quando si ricarica, parte dell’energia viene dispersa nel passaggio dalla fonte (powerbank) alla destinazione (iPhone) mediante il mezzo trasmissivo (cavo). Purché minima, la dispersione riduce ad ogni carica il quantitativo effettivamente disponibile sulle batterie esterne.

L’altro elemento realmente impattante che impedisce di raggiungere le “cariche matematiche” è quello dell’utilizzo durante la ricarica. La batteria esterna iPhone, come tutte le altre, si acquista fondamentalmente affinché il dispositivo non si spenga mentre lo utilizzate, e non perché volete tenerlo spento nello zaino. L’energia che l’iPhone utilizza per rimanere acceso e svolgere operazioni viene detratta ovviamente dalla capacità finale della batteria esterna.

Utilizzate questo criterio selettivo in base alle vostre necessità: quante cariche vi serve portare con voi? Nel selezionare i modelli abbiamo optato per batterie esterne iPhone di tutte le capacità più disparate, per andare incontro alle esigenze energetiche di tutti. Fra queste c’è anche una stretta correlazione fisica con dimensioni, peso e form factor, che approfondiamo invece di seguito.

Dimensioni, peso e form factor

batteria esterna iphone

Il secondo criterio selettivo da considerare, in modo strettamente legato alla capacità come dicevamo più su, è quello di dimensioni, peso e form factor. In questa guida troverete fondamentalmente due tipologie di accessori, con ulteriori differenziazioni fra di loro: parliamo di powerbank tradizionali e di cover ricaricanti. I due prodotti sono sostanzialmente la stessa cosa: servono, tramite connettore Lightning, a ricaricare iPhone.

Ciò che cambia è appunto il form factor, ovvero il formato con cui essi si approcciano al dispositivo. Nel caso delle batterie esterne, l’iPhone viene ricaricato tramite un mezzo trasmissivo come un cavetto, mentre nelle cover ricaricanti l’iPhone viene inglobato in una scocca vera e propria all’interno della quale troviamo connettore integrato e una batteria da attivare tramite interruttore.

In questo caso il bivio ha pro e contro da tutte e due le parti: se volete mantenere l’iPhone leggero, sottile, facile da mettere in tasca e ricaricarlo solo all’evenienza, la batteria esterna iPhone classica è quello che vi serve, mentre se volete una soluzione all-in-one per portare una singola carica (una sola, sempre e comunque, al massimo) con voi, proteggendo anche il dispositivo, allora la cover ricaricante è un’opzione molto valida.

Da non sottovalutare in generale anche le dimensioni e il peso, che fanno parte dell’equazione. Se volete qualcosa di più leggero (come ad esempio una powerbank cilindrica “a rossetto) vi conviene tenervi sulle batterie di capacità più bassa, mentre se cercate qualcosa in grado di affrontare anche un paio di giornate lontani dalla presa, optate pure per i modelli più “importanti”. Nella selezione dei modelli è giusto precisare che abbiamo scelto solo quelli sufficientemente compatti e leggeri, con alcune piccole eccezioni sulle batterie di taglio elevatissimo realizzate appositamente per iPhone.

Velocità di carica

batteria esterna iphone

Altro criterio di selezione fondamentale è la velocità di carica. Sì, perché se è vero che da una parte gli iPhone hanno sempre usato la ricarica ad 1 Ampere, la cosa non è propriamente valida per gli iPhone di ultima generazione. I modelli come iPhone XS dispongono infatti di una tecnologia proprietaria sviluppata da Apple che consente di ridurre sensibilmente il tempo di ricarica del dispositivo, qualora nella sessione di carica vengano coinvolti i giusti accessori.

Molti di voi non sanno infatti che gli ultimi iPhone, iPad e MacBook dispongono della possibilità di ricaricarsi velocemente tramite un sistema basato sullo standard Power Delivery che sfrutta la USB Type-C per sprigionare il massimo della corrente e della tensione in uscita. Il tutto viene però riversato su cavo Lightning, ed è stata infatti la stessa Apple a mettere fin da subito sia caricabatterie USB-C che cavo ad hoc in vendita nei propri store.

Tale caricabatterie e cavo non si trovano dunque nelle confezioni di nessun dispositivo precedente ad iPhone 11, ma sono acquistabili separatamente. Con iPhone 11 fortunatamente l’azienda ha risposto alle critiche mettendo in confezione un caricabatterie USB-C da 18 Watt. Lo stesso principio vale per le batterie esterne di ultima generazione che, proprio sfruttando il Power Delivery e un cavo USB Type-C / Lightning (di seguito vi suggeriamo dove acquistarne uno), possono offrire ai nuovi iPhone e iPad la ricarica rapida sviluppata da Apple – il 50% della carica garantita in soli 30 minuti di carica.

Se siete utilizzatori dei nuovi dispositivi priorizzate l’acquisto di una batteria esterna iPhone dotata di Type-C e Power Delivery. Se invece avete dei vecchi iPhone, potete accontentarvi di prodotti più economici. Abbiamo selezionato entrambe le tipologie di prodotto per andare incontro ad entrambe le esigenze di acquisto.

Velocità di ricarica

Ultimo criterio selettivo per la nostra batteria esterna iPhone è quello della velocità di ricarica. Ogni powerbank che si rispetti deve infatti garantire dei tempi per essere portata dallo 0% al 100% di carica non troppo elevati, ovviamente in proporzione alla capacità che tale batteria esterna offre. In questa guida ci siamo focalizzati su modelli di powerbank dalla capacità tendenzialmente medio-bassa, così da fornire a tutti dei prodotti dinamici che sicuramente si ricaricano almeno in una notte; ma anche in poche ore. Per tutte le batterie iPhone vicine ai 10.000mAh di capacità aspettatevi 4 ore circa per una ricarica completa sfruttando un buon caricabatterie da presa, di meno per quelle più piccole.

batteria esterna iphone

Andiamo adesso ad approfondire dunque tutti i modelli della nostra selezione “batteria esterna iPhone”, andando progressivamente in ordine di prezzo per accontentare tutte le tipologie di utenze. Tenete in considerazione che in fondo alla guida trovate anche degli ottimi accessori, nonché il tanto bramato cavo USB-C / Lightning per portare la ricarica rapida sui vostri dispositivi.

Batteria esterna iPhone portatile

iWalk DBL3300 Lightning

Iniziamo la nostra guida dedicata alla ricerca della batteria esterna iPhone con un prodotto decisamente unico nel suo genere. Siete utenti Apple che non vogliono assolutamente ingombri? Bene, sebbene il rapporto capacità / prezzo non sia de migliori, iWalk 3300mAh è la soluzione più pratica. Questo non è altro che un piccolo powerbank da 3300mAh in grado di ricaricare fino ad un massimo di una volta iPhone.

Il tutto si semplifica in un prodotto in policarbonato a forma cilindrica, con un connettore Lightning sul centro. Questo, inserito all’interno di iPhone, avvia la carica non ingombrando con alcun tipo di cavo. Ovviamente è necessario che non abbiate cover particolarmente ingombranti per usarlo. Facilissimo da portare dappertutto, rappresenta sicuramente il compagno d’emergenza ideale per tutti.

Charmast Powerbank 10400mAh

uGreen Power Bank 10000mAh

Aukey Power Bank Wireless 10000mAh

Cover ricaricanti: l’alternativa alla classica batteria esterna iPhone

Trovate scomodo utilizzare una batteria esterna? Se non volete essere vincolati ad un accessorio esterno da collegare e da portare sempre con voi, allora potrebbe interessarvi una cover ricaricante. Queste non sono altro che delle cover per iPhone dotate però di una struttura più robusta e più spessa, poiché al loro interno sono racchiusi anche degli strati di batteria addizionale utili per ricaricare il dispositivo che inglobano tramite l’attivazione di un interruttore.

Le cover ricaricanti sono un accessorio decisamente particolare, poiché oltre a proteggere offrono carica in più; ma non solo, poiché esistono alcuni modelli che aggiungono delle funzionalità interessanti allo smartphone di casa Cupertino. Una di questa, comune a tutte, è la presenza di un connettore micro USB per ricaricare la cover e l’iPhone, in modo tale da risparmiare per l’acquisto di cavi Lighting costosi e poco resistenti. Vediamo quindi di seguito tutti i migliori modelli di cover ricaricanti, ottima alternativa alla classica batteria esterna iPhone.

Tenete presente prima di iniziare che riporteremo di seguito tutti i vari modelli specifico disponibile per ogni iPhone attualmente in commercio.

iPhone 6 / 6S / 7 / 8 / SE 2020

iPhone X / XS

iPhone XR

iPhone XS Max

iPhone 11

iPhone 11 Pro

Accessori: occorrente necessario per una batteria esterna iPhone

Come ogni powerbank, anche una batteria esterna iPhone non può funzionare al meglio se non si utilizzano dei validi accessori. Questi infatti, non devono essere sottovalutati per il semplice motivo che incidono sulle performance di ricarica del proprio smartphone Apple – dalla velocità, a quante volte può essere ricaricato.

Vediamo dunque di seguito cosa vi consigliamo di acquistare in tandem alla powerbank. Le batterie esterne mettono a disposizione almeno un cavetto micro USB di media fattura per ricaricare i vostri dispositivi. C’è però da notare che sicuramente ne avete già uno fornito col vostro dispositivo che volete ricaricare, ma che è nettamente più comodo averne un altro da tenere sempre con la batteria esterna da portare in giro, specialmente visto che i cavi Lightning non sono mai presenti in confezione. C’è inoltre la possibilità di avere la ricarica rapida certificata Apple sugli ultimi dispositivi ufficializzati, ma acquistando uno specifico cavo ufficiale.

Approfondiamo di seguito quali sono i migliori modelli di cavi da acquistare per la propria batteria esterna iPhone.

Cavo Lightning

La prima cosa da acquistare per una batteria esterna iPhone non può che essere un buon cavo Lightning. Se il cavetto fornito in dotazione col vostro iPhone si sta usurando, oppure semplicemente ne volete uno da usare appositamente in mobilità, allora fate riferimento al modello che vi suggeriamo di seguito: con un prezzo contenuto potete avere il vostro cavo da batteria esterna Lightning in grado di durare senza problemi nel tempo.

Inoltre, se avete uno degli ultimi dispositivi Apple come iPhone X o successivi, potete sfruttare la tecnologia di ricarica rapida certificata da Apple: questo è possibile solo se usate un cavetto USB Type-C / Lightning. Tale tecnologia , giusto per intenderci, non viene utilizzata dal caricabatterie da presa che Apple fornisce in dotazione: se volete provare l’ebbrezza di ricaricare alla massima velocità il vostro dispositivo con una batteria esterna iPhone dotata di PowerDelivery, optate per questo speciale cavetto. Se non volete spendere troppo vi invitiamo a dare un’occhiata all’alternativa Anker certificata Lightning / USB-C.

Cavo micro USB

Procediamo parlando invece dei cavi micro USB, non affatto sottovalutabili se state cercando dei supporti per la ricarica di dispositivi secondari rispetto al vostro iPhone – oppure se state utilizzando un adattatore micro USB / Lightning, decisamente funzionale. In questo caso potete optare per svariati modelli di seguito. Tenete in considerazione che scegliendo un pacco multiplo, il risparmio finale sarà più che considerevole e che invece, optando per un modello rivestito in nylon, la resistenza all’usura del cavo sarà decisamente più elevata di quelli classici.

Cavo USB Type-C

Il nuovo connettore double face ha ormai preso il sopravvento e giunge regolarmente quasi su tutte le batterie esterne, anche per iPhone. Per questo motivo, qualora aveste scelto una batteria dotata di tale input – soprattutto se ad alta velocità di ricarica -, vi consigliamo l’acquisto di alcuni cavi USB Type-C adatti. Tenete in considerazione che, qualora voleste sfruttare gli standard Power Delivery, è necessario acquistare e usare un cavetto USB Type-C doppio, che vi consigliamo di seguito insieme ai pacchetti classici.

Caricabatterie USB

Capiti i cavi su cui puntare, non è assolutamente il caso di sottovalutare l’utilità dei caricabatterie da presa. Questi infatti, soprattutto per le powerbank che sono prodotti con una capacità notevole rispetto ad un telefono, sono fondamentali per non impiegare ore (se non giorni) a ricaricare dallo 0 al 100% la propria batteria esterna iPhone. Se volete ricaricare in tempi umani la vostra batteria esterna, dovete averne uno che dispone almeno di un output da 2 Ampere. Potrebbe andare benissimo il caricabatterie fornito in dotazione con un tablet o uno smartphone di nuova generazione, ma è chiaro che se di sera volete ricaricare sia il dispositivo in questione e sia la batteria esterna, con una sola porta USB alla presa non potete farlo.

Per questo motivo vi invitiamo caldamente ad acquistarne uno secondario o uno doppio in grado di ripristinare la carica di entrambi in contemporanea. A tal proposito vi rimandiamo alla nostra guida dedicata al miglior caricatore USB, sempre aggiornata con i migliori prodotti.

Claudio Carelli

Sono il responsabile editoriale di Ridble e mi occupo del coordinamento di tutto il team garantendo che i contenuti realizzati siano in linea con la nostra linea editoriale. Ricopro anche il ruolo di specialist per alcune categorie come le cuffie visto il mio trascorso da musicista, ma anche per ciò che riguarda le soluzioni di ricarica.

Lascia un commento