Batteria Nintendo Switch: la nostra guida

Batteria Nintendo Switch: la nostra guida

N.B. Questa guida all'acquisto, proprio come tutte le altre, è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo.

Questa guida Batteria Nintendo Switch è dedicata alle batterie esterne per la console di Nintendo, pensate per poter ricaricare la console senza problemi anche in mobilità. Verrà spiegato esattamente perchè si tratta di una buona scelta, come valutare le caratteristiche e quali siano i migliori modelli presenti sul mercato, in modo da poterti aiutare a orientarti senza paura.

Batteria Nintendo Switch: quale comprare

Quando Nintendo Switch è stato rivelato al pubblico, la prima preoccupazione in redazione è stata la più ovvia. Far girare giochi tripla A su una console portatile richiede grandi quantità di energia. Nintendo Switch avrebbe avuto una batteria sufficiente? I dettagli ci hanno soddisfatto, anche se si sono rivelati in linea con le nostre preoccupazioni. Con una batteria dalla capienza ufficiale di 4310mAh, la console garantiva almeno qualche ora di gioco. I nostri test hanno confermato che i giochi più esigenti scaricano la console abbastanza in fretta, e per questo motivo abbiamo pensato di preparare una guida per aiutarti ad acquistare una batteria Nintendo Switch esterna, in modo da poter moltiplicare la durata delle tue sessioni.

Ovviamente la prima preoccupazione sono le dimensioni. Se da un lato è però ovvio che una batteria più capiente è oggettivamente migliore, è anche vero che il prezzo si fa sentire. Per poter scegliere bisogna saper bilanciare carica e prezzo, e per poterlo fare bisogna conoscere il mercato. Ma un’altra cosa da considerare è il tipo di uscita della batteria. La console della Grande N ha infatti un ingresso USB C, ma il tipo di uscita della batteria fa una grossa differenza. Se la console può essere ricaricata da qualunque tipo di cavo in modalità riposo o da spenta, per poterla caricare durnate in gioco è necessaria una connessione USB C > USB C, che usi entrambi i tipi di presa. Abbiamo tenuto conto di questo fattore nel selezionare i modelli.

Capienza

Il fattore principale da considerare è quanta energia può immagazzinare una batteria, espressa in mAh. Qui abbiamo un vantaggio rispetto a cellulari e portatili: essendo una console, ogni Nintendo Switch ha la stessa batteria, rendendo quindi più facile calcolare le dimensioni ideali. A nostro parere queste si trovano tra 20.000 e 30.000 mAh, in modo da poter ricaricare completamente la console più volte e mantenere il costo abbastanza contenuto.

Uscite disponibili e velocità

Oltre all’USB C di cui abbiamo parlato sopra, ci sono altri possibili fattori da considerare. Ogni batteria ha almeno un’uscita USB A, il tipo più comune, ma queste uscite possono avere protocolli diversi in grado di influenzare la velocità con cui l’energia viene erogata. Soprattutto nel caso in cui tu intenda usarla per altri device, come tablet o cellulari, è utile selezionare batterie che sfruttano questi protocolli in modo da velocizzare la ricarica, rendendola ancora più conveniente.

Batteria Nintendo Switch: le migliori

Charmast Power Bank 23800

ADDTOP Powerbank 26800mAh

Lascia un commento