Joypad Nintendo Switch: la nostra guida all’acquisto

Joypad Nintendo Switch: la nostra guida all’acquisto

N.B. Questa guida all'acquisto, proprio come tutte le altre, è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo.

In questa guida, intitolata Joypad Nintendo Switch, analizzeremo il mercato dei controller per la console principale di casa Nintendo. Oltre a spiegare cosa rende i Joy-Con particolari, spiegheremo perchè molti giocatori scelgono di comprare controller aggiuntivi e offriremo un ventaglio di prodotti di alto livello in modo da darti la possibilità di scegliere il più adatto ai tuoi bisogni.

Joypad Nintendo Switch: quale comprare

L’estremo successo di Nintendo Switch è certamente dovuto alla forte line-up di titoli che Nintendo è in grado di mettere in campo, ma una buona parte è anche grazie al suo particolare hardware: i due Joy-Con gemelli inclusi nella console possono essere rimossi e utilizzati da due giocatori senza bisogno di acquistare controller aggiuntivi, un approccio che si sposa benissimo con la portabilità del tablet e permette partite multiplayer in maniera semplice e comoda. C’è però un piccolo problema: l’ergonomia dei due controller non è il massimo, e durante lunghe sessioni di gioco la scomodità si fa spesso notevole. Sensori di movimento, levette analogiche e camera a infrarossi non possono comunque evitare che, una volta separati, il loro form factor basato sui controller SNES è nettamente inferiore come comodità rispetto ai controller tradizionali. Se il problema è relativamente superfluo per giochi più lenti come Pokemon Let’s Go o gli RPG in generale, è altrettanto vero che giochi frenetici e precisi come Super Smash Bros Ultimate sono resi molto più difficili; abbiamo quindi preparato una guida sui migliori joypad Nintendo Switch, in modo da evidenziare i controller ufficiali e alternativi disponibili sul mercato.

Siamo ovviamente partiti dai prodotti ufficiali di Nintendo, azienda che dal punto di vista della qualità dell’hardware non ha mai fatto veri e propri errori. Abbiamo anche dato un’occhiata ai joypad third party, appartenenti ad aziende diverse ma costruiti o con licenza ufficiale o con attenzione alla compatibilità. Il motivo per cui scegliere un third party, oltre alla possibilità che offra qualcosa che Nintendo non offre, è presto detto: i prodotti di Nintendo tendono a concentrarsi nella fascia di prezzo medio-alta, riflettendo qualità e marchio, e se preferisci avere possibilità più economiche allora abbiamo qualche opzione. Terremo costantemente aggiornata questa pagina con le nuove offerte e con le nostre analisi dei controller più interessanti.

Ergonomia

Fattore da cui partire è l’ergonomia, cioè il tipo di forma del controller e come si rapporta alle nostre mani. Il motivo è semplice: come abbiamo detto precedentemente, molti giocatori si trovano meglio utilizzando i controller tradizionali, e un cambio di questo tipo potrebbe rappresentare un modo per cambiare significativamente la tua esperienza di gioco. Ovviamente non bisogna basarsi solo sulla comodità: esistono molti form factor diversi, ognuno con scopi particolari, e sta a te considerare il tipo più adatto al modo in cui giochi.

Qualità costruttiva

Essendo il modo in cui ci interfacciamo coi giochi, i joypad devono poter dare ottime sensazioni alla mano. Tasti dal feedback solido, levette che non causano drift e rispondono in maniera precisa, bumper che non ballano sotto alle dita, un joypad deve trasmettere la sensazione che abbiamo il pieno controllo di quello che sta succedendo nel gioco.

Batteria

Per quanto riguarda i modelli wireless, ogni joypad deve avere una batteria dalla durata sufficiente per almeno qualche sezione di gioco. Non c’è niente di peggio di arrivare a casa la sera, stanchi, e non poter rilassarsi perchè il controller non ha abbastanza energia per giocare. Un buon joypad Nintendo Switch deve quindi poter offrire una durata di un certo livello, in modo da evitare spiacevoli sorprese.

Joypad Nintendo Switch: i prodotti di Nintendo

Nintendo Switch Joy-Con

Incluso nella confezione della console, il Joy-Con è il controller di base di Nintendo Switch ed è pieno di caratteristiche particolari. L’eccellente vibrazione HD Rumble lo rende un piacere da reggere in mano, e sensori di movimento e telecamera a infrarossi garantiscono possibilità di gioco uniche. I due Joy-Con sono agganciati ai lati del tablet, e possono essere rimossi per essere usati da un singolo giocatore o splittati per il multiplayer, come abbiamo detto – ma ricordando che il numero di tasti sarà inferiore a quello di un controller delle altre console. I Joy-Con possono essere comprati anche singolarmente, ma ricordiamo che ci sono differenze tra controller destro e sinistro: se vogliamo rimpiazzare un controller malfunzionante o procurarci qualche Joy-Con per il resto della famiglia, l’opzione ufficiale resta l’unica disponibile.

Nintendo Switch Pro Controller

L’altro prodotto principale del palco controller di Nintendo Switch è il Pro Controller. Di cosa si tratta è presto detto: modellato sul form factor del controller Xbox, da tempo diventato lo standard non ufficiale dell’industria, il prodotto offre un sistema di controllo il più possibile simile a quello delle console tradizionali. Pensato per fare da complemento al Joy-Con, utilizza due tipi diversi di plastica per garantire una presa migliore. A nostro parere si tratta di un’aggiunta che migliora di molto il gioco su TV, grazie alla migliore ergonomia e alla presa più sicura, permettendo di poter effettuare sessioni di gioco molto più lunghe. Ultima considerazione: essendo collegati alla console via Bluetooth 3.0 è possibile connettere i joypad Nintendo Switch a un PC, anche se è richiesto un po’ di lavoro tra file e impostazioni.

Joypad Nintendo Switch: i prodotti third party

Orzly Grip

Se vuoi risolvere il problema dell’ergonomia ma non vuoi spendere soldi in accessori di scarsa qualità, ci sono soluzioni estremamente economiche ed estremamente valide. il Supporto Grip di Orzly è pensato proprio per questo, sfruttando un case rigido per dare al Joy-Con una forma più vicina a una versione ridotta di un controller tradizionale. È perfetto se vogliamo qualcosa di più pratico ed ergonomico, cambiando completamente il tipo di presa con cui reggere il controller. Non si tratta di un’aggiunta necessaria, ma aggiunge una quantità di comfort che rende difficile non raccomandarlo.

Horipad Controller ufficiale

Hori è un’azienda che segue spesso da vicino le vicende dell’hardware Nintendo, e questo controller ufficiale Horipad non è da meno. Costruito su licenza della Grande N, siamo sempre su un tipo di design che ricalca il modello del controller Xbox, ma sono inclusi anche extra come il d-pad rimovibile con adattatore e configurazioni o la modalità Turbo, che permette di ripetere automaticamente la pressione di un tasto alla massima velocità.

La qualità è ottima per la fascia di prezzo, e siamo davanti a un joypad Nintendo Switch assolutamente consigliabile, che mantiene i costi contenuti rimuovendo la vibrazione e usando il collegamento via cavo invece del Bluetooth. Ciò che appare uno svantaggio per la comodità di gioco è in realtà un vantaggio dal punto di vista della latenza, dandoci tempi di reazione più rapidi che potrebbero fare la differenza nei picchiaduro e nei giochi più competitivi.

Hori Split Pad Pro

Non c’è che dire, Hori rappresenta una azienda sempre più presente. Una delle critiche principali che vengono fatte ai Joy-Con è che sono poco adatti a persone con mani al di sopra della media, e che alla lunga danno molto fastidio. Se però giochi spesso in modalità portatile usare controller veri e propri è molto scomodo. Questo modello sostituisce i Joy-Con inseribili con due metà di un controller tradizionale, risolvendo il problema alla radice.

Dal look aggressivo ma non esagerato e molto ergonomico, non offre solamente tutti i tasti necessari. Aggiunge anche una funzione turbo in grado di ripetere pressioni dei tasti e dei grilletti posteriori extra, per tutte le necessità. Un controller Nintendo Switch non solo in grado di migliorare la presa, ma di offrire un sacco di opzioni in più.

Tutuo Joypad Wireless

Se stai cercando un prodotto wireless, Tutuo presenta un joypad che propone questo tipo di design moderno ma con un occhio al passato. Con una plastica semitrasparente che lascia in vista contatti e circuiti, il prodotto si richiama a quel periodo degli anni ’90 in cui questo look era prevalente, tra computer Apple e Game Boy a tre colori. Con inclusa vibrazione e giroscopi, si tratta di un prodotto che offre feature al di sopra della sua fascia di prezzo; basta solo fare attenzione ad aggiornare il firmware del joypad, con i file che puoi trovare sul sito del produttore, in modo che sia compatibile con la versione più recente del sistema operativo della console.

8bitdo Gamepad SF30 Pro+

8bitdo è diventata nota nel settore dei controller per il suo certosino lavoro di riproduzione dei controller classici, rendendoli compatibili con console e computer moderni, e per una serie di prodotti originali che si vanta di un design che mischia perfettamente linee moderne e riferimenti all’hardware classico. Il minuscolo 8bitdo Zero è stato un nostro favorito per il gioco su cellulare, e questo gamepad SF30 Pro+ non è da meno.

Con la possibilità di essere connesso ad altre console e a computer, e una durata della batteria nell’ordine delle 18 ore, è innegabile che si tratta di qualcosa di speciale.

McBazel Adattatore Wireless MAGIC-NS

Infine, se non sei ancora convinto di aver effettivamente bisogno di un joypad nuovo o hai già in casa altri controller che vorresti utilizzare con Nintendo Switch, MAGIC-NS è la soluzione che fa per te. Si tratta di un adattatore USB che serve a “tradurre” i segnali del tuo joypad in un input interpretabile dalla console della Grande N, in modo da poter rendere compatibile qualunque tipo di sistema di controllo necessario.

Scegliere questo approccio rappresenta un risparmio significativo, anche se la natura di soluzione alternativa che offre McBazel significa dover accettare dei compromessi, come una leggera latenza nella ricezione dei comandi e la possibilità di poter collegare solamente un controller alla volta in questo modo. Se però non sei interessato al lato più frenetico e competitivo dei giochi, allora è una soluzione rapida e indolore, soprattutto nel caso tu possieda già un’altra console oltre a Nintendo Switch.

Lascia un commento