Batterie esterne per tablet: quali e come scegliere

Batterie esterne per tablet: quali e come scegliere

N.B. Questa guida all'acquisto, proprio come tutte le altre, è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo.

I tablet sono dispositivi che ormai sfruttiamo nella nostra vita quotidiana, senza accorgercene. Ma che succede se, di punto in bianco, questi raggiungono lo 0% di autonomia residua? La soluzione, come al solito, è correre ai ripari con una batteria esterna. Ma che requisiti devono avere le batterie esterne per tablet? Di che dimensione è necessario sceglierle per portare con sé una o due cariche? Ma soprattutto: qual è l’amperaggio adatto per non impiegare tempi biblici nella ricarica del proprio dispositivo? Rispondiamo a queste domande e individuiamo i prodotti più rilevanti sul mercato nella nostra guida alle migliori batterie esterne per tablet.

Batterie esterne per tablet: quale comprare

Batterie esterne per tablet

Ricaricare un tablet è sicuramente una cosa impegnativa, visto che di solito anche i modelli più piccoli, magari da 8″, sono dotati da un modulo da circa 6000 mah. Per questo la nostra selezione di batterie esterne per tablet non verte minimamente su tagli inferiori a quelli da 20.000mAh: una o due cariche sono da pretendere obbligatoriamente se si cerca una soluzione esterna. La velocità di carica è un altro fattore importante, ma è ormai perfettamente allineato al segmento degli smartphone. Questa deve essere infatti come minimo da 2.4 Ampere, supportando preferibilmente la Power Delivery con la 5 Volt / 3 Ampere via USB Type-C per ricaricare velocemente il tablet.

Molto implicito, ma è giusto sottolinearlo, è appunto la capacità: da una batteria esterna da 10000 mah non avrete mai due ricariche di un iPad o di un tablet da 10″, proprio perché al loro interno spesso sono presenti batterie molto grandi, da 7000 mah in su. Ecco quindi che, in questa guida, opteremo per la selezione di prodotti solo di grandi capacità, ad eccezion fatta per un modello più economico che possa venirvi incontro se proprio non volete spendere troppo e portare con voi un prodotto dall’ingombro importante.

Proprio l’ingombro è un’altra cosa da tenere fortemente in considerazione quando si ricarica un tablet: tutte le batterie esterne per tablet sono grandi, perché dispongono di molte celle per portare in mobilità molta carica. Munitevi quindi di zainetto, borsello o di uno spazio all’interno del portaoggetti della vostra autovettura, e scoprite quali modelli scegliere. Abbiamo selezionato per voi solo le batterie esterne per tablet congrue a questa categoria.

Anker PowerCore Essential 20000mAh

Iniziamo la nostra guida alle batterie esterne per tablet con un modello alla portata di tutti, di recente arrivo sul mercato e senza troppi fronzoli: parliamo di una batteria da 20.000 economica, che non bada più di tanto agli standard di ricarica rapida. Parliamo della Anker PowerCore Essential 20000mAh, prodotto dotato di un output in potenza su due porte USB full size classico pari a 15 Watt. Tali porte riescono a ricaricare in modo rapido un po’ tutti i dispositivi, senza andare però ad abbracciare nessuno standard di ricarica attualmente disponibile.

Le porte in uscita sono due, ma altrettante per l’ingresso, rispettivamente micro USB e USB Type-C. In questo caso Anker ha limitato quest’ultima solo in un verso (piccola pecca), quindi potete ricaricarla col connettore che preferite. Tenete però in considerazione che per ricaricarla completamente sono necessarie ben 10 ore, proprio perché non sono presenti standard di ricarica rapida. Siete di fronte alla migliore batteria esterna 20000mAh se avete un budget limitato ma volete comunque un buon prodotto di qualità. Nella confezione sono presenti sacchettino per il trasporto e un cavetto micro USB.

Charmast W2002P 26800mAh

Accessori batterie esterne per tablet

Le batterie esterne per tablet, per funzionare al meglio, necessitano di accessori di un certo livello. Spesso questa cosa viene sottovalutata, portando l’utente finale a considerare degli aspetti in modo assolutamente sbagliato; capita spesso infatti che si associa un malfunzionamento ad un caricabatterie o ad una powerbank, quando poi ciò che causa il problema è il cavo.

Ecco dunque che bisogna correre ai ripari. Le batterie esterne per tablet mettono solitamente a disposizione almeno un cavetto micro USB di fattura piuttosto discreta; ma basta veramente? Se volete portare con voi dei cavetti in più per ricaricare il vostro tablet ma anche tutti gli altri dispositivi mobili in vostro possesso, date un’occhiata ai suggerimenti dedicati che abbiamo pensato per voi.

Cavo micro USB

Benché sia in fase di sostituzione un po’ dappertutto, il connettore micro USB rappresenta ancora quello maggiormente utilizzato sui dispositivi mobili di ogni tipo. Se volete portarvi a casa anche qualche cavetto in più insieme alla vostra batteria esterna tablet per poter ricaricare in mobilità tutti i device in vostro possesso (le cuffiette, i vecchi tablet o smartphone, e perché no anche una sigaretta elettronica!), allora date un’occhiata ai prodotti che abbiamo selezionato appositamente per voi.

Cavo USB Type-C

Se volete abbracciare il nuovo standard USB Type-C invece, ormai utilizzatissimo sia in molti tablet che in tante altre periferiche – anche molto minute, come le action cam -, fate riferimento ai prodotti che suggeriamo all’interno del box di acquisto presente di seguito. Tenete presente che abbiamo selezionato solo i migliori cavi per durabilità nel tempo, offrendovi anche una opzione combinata davvero interessante se volete farvi una scorta e risparmiare anche un po’ di euro sulla quantità.

Cavo Lightning

Qualora aveste invece a che fare con dispositivi Apple, siano essi tablet dunque iPad, ma anche iPhone, iPod Touch, Apple Watch o AirPods, allora un cavo Lightning non può che farvi comodo. Di seguito abbiamo scelto, nella marea di prodotti purtroppo poco durevoli, solo i cavetti su cui puntare e che dispongono di buona resistenza, ad un prezzo fortunatamente distante da quello originale Apple. Oltre al classico cavo USB, è possibile scegliere quello USB-C con ricarica rapida, presente su tutti i dispositivi casa Apple degli ultimi anni.

Caricabatterie da presa

Approfonditi sui modelli di cavi da acquistare, passiamo al secondo punto più importante, ovvero il caricabatterie da presa. Se volete ricaricare la vostra batteria esterna per tablet in tempi umani, soprattutto vista la capacità notevole dei tablet, allora dovete necessariamente assicurarvi di avere un caricatore USB di un certo livello. Potrebbe anche andare benissimo il caricabatterie fornito in dotazione col vostro tablet, ma è chiaro che se di sera volete ricaricare sia il dispositivo in questione e sia la batteria esterna, con una sola porta USB alla presa non potete farlo. Per questo motivo vi invitiamo a sceglierne uno con più porte, magari dotato di almeno una porta USB Type-C: per farlo, vi rimandiamo alla nostra guida dedicata al miglior caricatore USB, sempre aggiornata con i migliori prodotti.

Claudio Carelli

Sono il responsabile editoriale di Ridble e mi occupo del coordinamento di tutto il team garantendo che i contenuti realizzati siano in linea con la nostra linea editoriale. Ricopro anche il ruolo di specialist per alcune categorie come le cuffie visto il mio trascorso da musicista, ma anche per ciò che riguarda le soluzioni di ricarica.

Lascia un commento