Notebook Ryzen: i migliori modelli dal cuore AMD

Notebook Ryzen: i migliori modelli dal cuore AMD

N.B. Questa guida all'acquisto, proprio come tutte le altre, è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo.

In un mercato dove a dominare praticamente incontrastata è Intel, i notebook Ryzen, quelli che equipaggiano i nuovi processori AMD, sono ancora pochi. Questo non significa che all’interno dell’ancora esiguo numero di notebook Ryzen sul mercato non ci sia qualche gemma nascosta che vale assolutamente la pena considerare. In questa guida scopriremo i migliori portatili con a bordo i più recenti processori AMD della seconda generazione Ryzen.

Notebook Ryzen: quale comprare

Forse siete degli sfegatati fan di AMD, oppure semplicemente siete alla ricerca di un PC abbastanza prestante ad un prezzo conveniente: per un motivo o per l’altro, vi siete lasciati stuzzicare dall’idea di acquistare un notebook Ryzen. La presenza di processori AMD sui computer portatili non è certo una novità: gli scaffali, fisici e virtuali, di qualsiasi negozio di elettronica sono sempre stati popolati da laptop equipaggiati con le APU AMD. Sigle come A4, A6, A10 o A12 vi suonano familiari? Spesso però l’immagine dei portatili con processori AMD era quella di macchine di qualità inferiore alle controparti Intel, più economiche, ma meno ottimizzate e soggette a facili surriscaldamenti.

Nel 2017, con l’arrivo dei nuovi processori Ryzen (se vi interessa approfondire, trovate tutte le informazioni nel nostro articolo dedicato ad AMD Ryzen) però, la musica sembra cambiare: AMD vuole proporsi ai consumatori come una valida alternativa ad Intel e rinnova la sua gamma di prodotti, che adesso prendono il nome di Ryzen 3, 5 e 7. Ogni gamma include più modelli, differenti in termine di performance e, proprio come nel caso di Intel, più si sale numericamente verso il 7, più le performance dei processori sono elevate.

Vediamo di seguito quali sono i migliori Notebook Ryzen su cui puntare, con i processori aggiornati alla quarta famiglia (serie 4000).

Lenovo IdeaPad 5

Iniziamo la nostra guida ai notebook Ryzen serie 4000 con un modello entry level molto interessante, anche perché grazie al processore così entry level non è. Parliamo di Lenovo IdeaPad 5, notebook da 14″ che in questa guida troviamo nella configurazione dotata da 8 GB di memoria RAM DDR4 e 512 GB di SSD PCIe, ottimi per una esecuzione di Windows 10 rapida ed efficace.

All’interno del nucleo troviamo una APU Ryzen 5 4500U, senza ombra di dubbio il fiore all’occhiello fra i modelli economici di questa generazione di AMD. Parliamo infatti di un esa-core a sei thead, in grado di raggiungere in boost la notevole frequenza di 4.0 GHz e affiancato da una GPU integrata non male. Il corpo principale è sottile ed elegante, con un peso contenuto di soli 2 kg circa. Il display integrato è un 14″ LCD IPS con piena risoluzione Full HD e luminosità da 300 nits.

Fra le porte troviamo una USB 3.2 Type-C con supporto Power Delivery, due USB 3.2 full size, un jack audio, lettore di schede SD e output video HDMI. La batteria integrata è da 57 Wh e spinge le sue performance anche fino al secondo pomeriggio, ovviamente in base all’utilizzo che se ne fa. Vi suggeriamo questo notebook Ryzen per gli studenti delle superiori o dell’università che cercano una macchina affidabile, dal prezzo contenuto.

HP Envy x360 13-ay0005nl

Proseguiamo la nostra guida con un altro notebook Ryzen decisamente molto interessante, che punta allo stesso processore visto poco più su, ovvero l’AMD Ryzen 5 4500U. Ve l’abbiamo detto: si parla del processore più interessante di questa nuova generazione, almeno sulla fascia economica. Envy x360 arriva alla sua nuova edizione presentandosi sempre come il classico notebook convertibile che punta ai più versatili: il coperchio superiore si ribalta e dispone del touchscreen, per consentire l’input col tocco o tramite stylus eventuale.

Frontalmente abbiamo un pannello da 13.3″ WLED con risoluzione Full HD, ottimo per contenere le dimensioni della macchina. Abbiamo infatti uno spessore finale di soli 1.64 centimetri, per un peso di 1.36 chilogrammi, che rendono HP Envy x360 un notebook Ryzen da scegliere se siete pendolari e volete utilizzarlo perché no, anche nei mezzi pubblici. All’interno troviamo anche 8 GB di memoria RAM e 512 GB di storage SSD, ottimi per l’esecuzione di tutti i software.

Nella connettività abbiamo invece Bluetooth 5.0 e Wi-Fi ac. Fra le porte abbiamo una USB 3.2 Type-C con supporto Power Delivery, due USB 3.2 full size, jack audio e lettore di schede micro SD. La batteria punta ad arrivare a ben 13 ore di utilizzo con risparmio energetico, sfruttando Windows 10 Home.

Lenovo Yoga Slim 7

Saliamo di fascia e imbattiamoci nei notebook Ryzen più impegnativi dal punto di vista del prezzo: ecco Lenovo Yoga Slim 7, nella sua edizione con AMD Ryzen. Parliamo di un notebook davvero molto curato nell’aspetto estetico, con un corpo in alluminio molto solido ed un layout molto curioso per quanto riguarda la parte inferiore. Abbiamo infatti una comoda tastiera affiancata da due set di speaker, ottimi per la riproduzione di audio e di video al top della qualità.

Il processore scelto per questo modello è quello più recente e di alto livello: parliamo dell’AMD Ryzen 7 4700U, octa-core con frequenza di clock fino a 4.1 GHz, ottimo per reggere i software più pesanti senza alcuna esitazione. Ad accompagnarlo abbiamo 16 GB di memoria RAM DDR4 e 1 TB di memoria SSD NVMe, ottimi per sfruttare il browser con molte schede, tanti software di terze parti ed eseguirli tutti in modo fulmineo. Si parla di un notebook Ryzen per i professionisti.

Il pannello integrato è un modulo LCD IPS da 14″ con risoluzione con 1920 x 1080 pixel e luminosità di 300 nit, oltretutto accompagnato da cornici molto contenute ed eleganti. Non mancano Wi-Fi 6 e Bluetooth 5.0, di ultimissima generazione. Le porte invece sono due USB 3.2, una USB Type-C 3.2 con supporto Power Delivery, lettore SD, HDMI e jack audio combinato. Non manca davvero nulla: neanche Windows 10 ed una batteria che si spinge fino alle 14 ore di autonomia.

Lascia un commento