Notebook Toshiba: guida ai portatili che vengono dall’estremo oriente

Notebook Toshiba: guida ai portatili che vengono dall’estremo oriente

N.B. Questa guida all'acquisto, proprio come tutte le altre, è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo.

Toshiba è una delle principali multinazionali giapponesi: le aree in cui è attiva vanno ben oltre la produzione di computer portatili, che sono il fulcro della guida che state per leggere. Nel nostro paese questo brand si rivolge ad un pubblico ben preciso: quello degli utenti business. Nelle prossime righe scopriremo tutte le particolarità dei notebook Toshiba, quali sono le principali linee di prodotti e, soprattutto, quali sono i modelli migliori attualmente sul mercato.

Notebook Toshiba: quale comprare

Toshiba è un’azienda che esiste da molti anni: la sua nascita risale infatti al secolo scorso. Nel 1875, anno della sua fondazione, ovviamente non esistevano ancora dei notebook Toshiba. La produzione in quegli anni si concentrava sui telegrafi e, a dire il vero, la società non aveva ancora preso il nome “Toshiba”, che assumerà in seguito alla fusione dell’azienda originaria, la Shibaura Engineering Works, con la Tokyo Electric.

Gamma Toshiba

I notebook Toshiba vengono suddivisi dal produttore in tre serie: ne vediamo rapidamente qui le caratteristiche più salienti, dopo di che ciascuno di voi, una volta individuata quella che maggiormente rispecchia le sue esigenze, potrà scorrere fino al paragrafo dedicato per trovare dettagli aggiuntivi e, soprattutto, i modelli che vi consigliamo.

  • Toshiba Satellite: si tratta dei notebook Toshiba di fascia medio-bassa. In via teorica questa linea includerebbe anche i device appartenenti al settore consumer, che però non vengono venduti in Italia. Troviamo invece i Satellite Pro, soluzioni pensate per l’uso in azienda, laddove non venga richiesto l’utilizzo di software particolarmente pesanti.
  • Toshiba Tecra: saliamo di un gradino per arrivare ai primi notebook Toshiba di fascia alta. Basta uno sguardo per distinguerli dai Satellite: il design è più curato (con case in magnesio o in plastica di ottima qualità), le tastiera dispongono di retroilluminazione, si inizia a vedere il supporto per la docking. Anche la capacità di resistere all’usura o a piccoli incidenti che possono capitare sul luogo di lavoro è superiore. Appartengono a questa serie notebook Toshiba con schermi da 14 e 15 pollici.
  • Toshiba Portégé: i Portégé sono i veri e propri top di gamma tra i notebook Toshiba. Si tratta di Ultrabook caratterizzati da dimensioni contenute (12 o 13 pollici), leggerezza e ottimi livelli di autonomia. Sempre all’altezza le schede tecniche, che includono processori Intel Core i5 o i7 di ultima generazione.

Acquisizione Sharp: nasce Dynabook

A partire dall’aprile 2019, in casa Toshiba c’è una novità piuttosto importante: il passaggio a Sharp. Sì, perché l’azienda ha infatti deciso di vendere la propria divisione PC all’altro colosso che, all’atto pratico, è ora entrato nel settore dei portatili con un brand differente: Dynabook Europe. Questo ha alcune conseguenze se volete acquistare un notebook Toshiba, purtroppo molto impattanti in negativo.

notebook toshiba

I Dynabook rimangono ottime macchine, ma sono distribuite solo lato B2B dall’azienda e dunque intercettabili solo per scopi aziendali, distanti da Amazon, eBay e compagnia cantate.

Per questo motivo ad oggi non possiamo suggerirvene l’acquisto.

Lascia un commento