Smartband nuoto: le migliori soluzioni per la piscina

Smartband nuoto: le migliori soluzioni per la piscina

N.B. Questa guida all'acquisto, proprio come tutte le altre, è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo.

In questo articolo parliamo delle migliori smartband nuoto. L’obiettivo è offrivi una panoramica completa dei diversi fitness tracker in modo da aiutarvi nella scelta del prodotto che meglio soddisfa le vostre esigenze.pubblicità

Smartband nuoto: quale comprare

Smartband nuoto

Le smartband sono in grado di tracciare un gran numero di attività fisiche. Come abbiamo visto nel corso di altre numerose guide che trovate all’interno del nostro raccoglitore sui miglior fitness tracker, fondamentalmente questi piccoli oggetti sono specializzati nel raccoglimento di informazioni relative ad una sola attività fisica oppure a molte. Diciamo che ad oggi la maggior parte delle smartband offre un ampio ventaglio di sistemi di tracking, in modo da accontentare la maggior parte degli sportivi.

In questa guida andremo a focalizzarci sulle smartband nuoto, ovvero i wearable che posseggono alcune caratteristiche pensate anche per chi ama nuotare e allenarsi in piscina. Alcuni parametri di scelta sono essenzialmente gli stessi, come ad esempio la possibilità di indossare le smartband fino ad un massimo di 50 metri (5 ATM). Ma vediamo in dettaglio quali sono i criteri di selezione che ci hanno permesso di selezionare le migliori smartband nuoto.

Display

Il primo aspetto da considerare è il display e la sua qualità. Trattandosi di prodotti pensati per il nuoto e anche per tracciare allenamenti all’aperto, dal nostro punto di vista il display dev’essere luminoso e con un buon touchscreen. Esistono però soluzioni che sono sprovvisti di display, ma ugualmente in grado di tracciare con estrema precisione gli allenamenti svolti in acqua. In questo caso dipende dal tipo di utilizzo che volete fare della smartband: se siete nuotatori che praticano questo sport con frequenza e sentite il bisogno di un display, allora la smartband Garmin fa al caso vostro; in caso contrario, le soluzioni senza display vanno bene uguale, a patto di dover attendere il ritorno negli spogliatoi per controllare l’andamento del vostro allenamento sul vostro smartphone.

Impermeabilità

L’impermeabilità è ovviamente un elemento estremamente importante quando si parla di smartband nuoto. Tutti i prodotti qui presenti presentano un grado di impermeabilità tale da utilizzare i prodotti fino a 50 metri di profondità. In questo modo avrete piena libertà di utilizzare la smartband in piscina ma anche a mare, durante una nuotata libera. L’unica accortezza richiesta è quella di sciacquare per bene la smartband in modo da togliere ogni residuo di acqua salata.

Autonomia

Infine l’autonomia. Il nostro approccio di selezione ci ha portato a valutare positivamente smartband con almeno 5 giorni di autonomia, sebbene siano presenti prodotti che permettono di spingervi anche oltre. In questo caso consigliamo di puntare a device con autonomia maggiore solo se siete assidui frequentatori di piscine e che quindi necessitano di una smartband con un’autonomia di lunga durata. Di contro, sportivi casual apprezzeranno ugualmente la possibilità di coprire quasi un’intera settimana con una singola carica.

Procediamo dunque alla selezione della migliore smartband nuoto.

Smartband nuoto: i modelli su cui puntare

Xiaomi Mi Band 5

Iniziamo la nostra guida alla ricerca della smartband nuoto ideale con un prodotto davvero alla portata di tutte le tasche: parliamo della Xiaomi Mi Band 5. La piccola campionessa cinese è infatti, nella sua ultima versione, piuttosto ottimizzata per l’utilizzo durante il nuoto in piscina. Questa è infatti una delle modalità di attività sportiva presente all’interno del comodo menù con navigazione a swipe del sistema operativo di Mi Band 5. Previa impostazione della grandezza della vasca è possibile andare a monitorare lo stile di nuoto, le calorie bruciate, il numero di vasche e così via.

Alla base parliamo di un prodotto davvero splendido per quanto costa: il design è semplice e si rifà ad un display a colori che trova piena libertà di utilizzo anche a mani umide. Lato impermeabilizzazione abbiamo la resistenza alle immersioni fino a 50 metri di profondità, e non si esclude la nuotata al mare, benché sia necessario il risciacquo accurato. Per i sensori, abbiamo di tutto: non manca infatti il cardiofrequenzimetro H24, ottimo per monitorare il proprio andamento durante le nuotate.

Lato autonomia, si parla di record: si arriva fino a 10 giorni di utilizzo piuttosto frequente, con rilevamento del battito cardiaco. Gli accessori, fra cinturini, vetri e simili, sono davvero tantissimi sul mercato.

Moov Now

Se state cercando una smartband nuoto che tracci al meglio le vostre performance e siete disposti a rinunciare ad un display, allora dovete considerare Moov Now, un dispositivo davvero molto molto particolare. A differenza di tutti i prodotti presenti all’interno della nostra guida, il Moov Now è l’unico a non avere un display per tenere traccia dell’allenamento in esecuzione.

Zero notifiche, zero distrazioni: solo gli occhi sulla vasca. Come è ovvio che sia, il gap in merito è che non è possibile sfruttare nessun elemento per controllare l’andamento durante le sessioni; Moov Now è adatto a chi vuole tracciare il tutto al top, ma solo con sessioni “senza accompagnamento”. Per quanto riguarda il nuoto, bisogna avere l’accortezza di impostare a priori la grandezza della vasca; una volta fatto, il piccolo bracciale sport è in grado di tracciare l’andamento del proprio allenamento, la velocità, la distanza percorsa per bracciata, il tempo di riposo, le calorie bruciate e tanto altro.

Se state cercando un dispositivo “poco connesso” e solo per il nuoto, potreste averlo trovato, visto anche l’ottimo prezzo con cui viene proposto.

Fitbit Inspire 2

Lascia un commento